INCI è l’acronimo di International Nomenclature of Cosmetics Ingredients, nonché la nomenclatura utilizzata a livello internazionale per la classificazione degli ingredienti di un prodotto cosmetico. La prima regola da conoscere è relativa all’ordine stesso in cui gli ingredienti sono presentati in etichetta: l’ordine non è casuale e e gli ingredienti sono indicati uno dopo l’altro a partire da quello presente in quantità maggiore. Seguono tutti gli altri che vengono presentati in ordine decrescente.

Il secondo punto importante riguarda il linguaggio utilizzato per denominare gli ingredienti: se la sostanza mantiene il suo nome in latino significa che è stata inserita nel prodotto senza aver subito modificazioni chimiche. È il caso ad esempio, degli oli vegetali puri, che vedremo dunque indicati in etichetta con il nome latino e di tutti gli altri ingredienti naturali che sono stati impiegati per la produzione del cosmetico.

Per tutti gli altri ingredienti frutto di sintesi chimica, vengono utilizzate denominazioni in lingua inglese o codici numerici; questi ultimi identificano i coloranti artificiali utilizzati all’interno del prodotto e seguono la lista internazionale chiamata “Color Index”, che vede la presenza della sigla CI seguita da una serie numerica composta da 5 cifre. I coloranti artificiali sono solitamente indicati verso la fine dell’elenco degli ingredienti presenti in etichetta.